Pensi di poter trovare lavoro senza creare un portfolio UX online con i lavori che hai già svolto?

No, è quasi impossibile.

Anche gli UX designer di grande esperienza hanno un portfolio online dei propri lavori e lo mantengono aggiornato.

È necessario che tu parli del tuo metodo di lavoro e dei lavori che hai già svolto, in modo che i tuoi potenziali datori di lavoro sappiano che tu sei in grado di svolgere un determinato lavoro.

Ma il motivo principale per avere un portfolio online non è per gli altri… è per aiutare te stesso!

Scrivere dei tuoi progetti ti aiuta a renderti conto di che cosa vuoi.

Ti permette di definire il tuo metodo e di rifletterci su.

Essere capace di articolare in modo chiaro il tuo metodo di lavoro, in un progetto di user experience, è un aspetto che contraddistingue un grande UX designer.

Riflettere sul tuo metodo ti aiuta a rifinirlo, e così la volta successiva farai un lavoro migliore.

 

Perché creare un portfolio UX online?

In tutti i colloqui di lavoro che farete per posizioni da UX Designer, vi accorgerete che un portfolio con solo screen visuali serve poco. Se vuoi entrare a far parte di un team che lavora in ambito user experience, devi dimostrare di saper lavorare nelle “fondamenta” di un progetto digitale. 

Focalizzarsi solo sulla UI è un grave errore.

Questo è uno dei motivi per i quali abbiamo creato 3 corsi di UX certificati che formano professionisti UX in modo completo:

  • User Research: questo corso riguarda le tecniche come la creazione dei persona, l’analisi euristica e dei competitor, le mappe dell’empatia ed i metodi di testing online.
  • Interaction Design: questo corso riguarda la progettazione degli user flow, la tecnica del card sorting, i test di usabilità ed il wireframing.
  • Visual Design: questo corso riguarda la vera e propria parte visuale che riguarda i colori, font, i layout ed il resto delle aree che compongono il branding digitale.

La capacità di un UX designer di creare un design non è data soltanto dalla somma dei prodotti finiti e dalla sua creatività, ma è data dal modo in cui l’UX designer descrive quei prodotti finiti quando illustra il proprio portfolio online, il quale dà ai responsabili per le assunzioni un’idea di come quel designer pensi a un problema, di quale sia il suo effettivo processo di design, e di quale tipo di risultato finito produca.

Jared Spool  ––  fondatore di UIE, un’azienda che si occupa di user experience ai massimi livelli –– condivide il proprio pensiero sul perché un portfolio sia molto importante, e spiega che cosa cerca la sua azienda quando ingaggia un UX designer:

La cosa principale che cerco in un portfolio è il segno evidente che il candidato in questione possa fare esattamente le cose di cui abbiamo bisogno. Da progetto a progetto le cose variano, perciò le esigenze sono molto specifiche. Quando guardiamo il curriculum e il portfolio di un candidato, lo passiamo al setaccio cercando la prova che questa persona abbia già fatto in precedenza le cose di cui abbiamo bisogno.

Per creare un portfolio UX online dovresti iniziare dal raccontare la storia di come hai fatto funzionare tutto quanto.

Mostrare le sfide che hai affrontato, mostrare come hai lavorato con il resto dell’organizzazione, mostrare il contributo che hai dato al gruppo di lavoro, come hai condotto quelle parti del processo UX in cui sei stato tu a condurre, e come hai collaborato.

 

Cosa devo mettere nel mio portfolio di design?

Adesso che hai capito che hai bisogno di creare un portfolio UX online, vediamo che cosa devi mettere dentro.

Degli screenshot? Degli scritti? Delle bozze? Un elenco di competenze? Informazioni di contatto? Testimonianze? QUANTE COSE!

Iscriviti al nostro corso per creare il tuo portfolio UX.

La struttura di base del tuo portfolio dovrebbe consistere di una breve descrizione di te stesso, dei compendi dei tuoi progetti, e di un modo per contattarti:

  • Su di me (About) —  una breve descrizione di te: Esponi chiaramente il tuo obiettivo attuale. Trasmetti nelle parole la tua passione per il design. Parla del tuo bagaglio di esperienze personali, e di come sei arrivato dove sei oggi.
  • I miei lavori (Work) —  la sintesi dei tuoi progetti: Il succo del tuo portfolio sarà nei compendi dei tuoi progetti. Normalmente, nella cerchia dei designer, ci si riferisce a questi compendi col nome di “casi studio” (o “case studies” in inglese).
  • Contatti (Contact)— il modo migliore per mettersi in contatto con te: Perdonaci se affermiamo l’ovvio, ma è necessario che tu esponga in modo chiaro le tue informazioni di contatto. Non elencare tutti i modi possibili per contattarti. Menziona, invece, i 2 modi migliori (per esempio, il tuo indirizzo email o Twitter).

Queste tre sezioni costituiscono le fondamenta del tuo portfolio: sono i pezzi necessari.

Sì, puoi aggiungere altro.

Abbiamo trovato dei designer che hanno incluso maggiori contenuti su sé stessi in modo ben riuscito mostrando i propri scritti (articoli di blog), scavando più a fondo nei propri hobby, condividendo le risorse (come ad esempio i libri preferiti) che apprezzano, e includendo dei consigli ricevuti da parte di colleghi e collaboratori come prova di interazione sociale.

Ma prima comincia con i tre elementi fondamentali sopraelencati in modo da restare focalizzato sul completare il tuo portfolio.

Una volta che hai gli elementi fondamentali per creare un portfolio UX online, costruiscilo e fallo vedere il tuo portfolio a tutto il mondo.

Potrai sempre aggiungere altri elementi nel tempo, man mano che impari di più.

 

Un bel portfolio di UX design è una bella storia

Iscriviti al nostro corso per creare il tuo portfolio UX.

Il tuo portfolio UX è una storia che racconta di te e del tuo lavoro –– una storia attraverso cui si esprime la tua crescita tra tutti gli ostacoli, le sorprese, i successi e i fallimenti del tuo percorso.

Per il pubblico, il tuo portfolio mette in mostra i tuoi superpoteri di risoluzione dei problemi, le tue “hard skill” (ovvero le competenze acquisite) e “soft skill” (ovvero le tue capacità comportamentali e relazionali), e la tua capacità di riflettere sui tuoi successi e sui tuoi fallimenti.

Per te, l’atto di raccontare la tua storia è tanto importante per la tua crescita quanto la storia stessa.

Fallo prima di tutto per te, prima che per i tuoi datori di lavoro.

Ecco qualche consiglio per aiutarti a raccontare la tua storia:

  • Mostra i tuoi lavori migliori. Cura 3-5 progetti che siano in linea con il tipo di lavoro che vuoi fare. 
  • Modella la tua narrazione. La storia che sta dietro a un design è spesso più avvincente del design stesso.
  • Sii onesto e chiaro riguardo al tuo ruolo. Di che cosa eri responsabile? Svela le dinamiche del team e il modo in cui hai facilitato la realizzazione di un risultato maggiore della somma delle singole parti.
  • Inquadra il problema e definisci gli obiettivi. Tu sei uno che risolve i problemi. È di importanza critica che traspaia la tua empatia verso le altre persone e la tua capacità di immedesimarti per risolvere i problemi che ti sei trovato ad affrontare.
  • Esponi il tuo pensiero. Metti in evidenza gli ostacoli che hai incontrato. Come sei stato in grado di vedere al di là di tali ostacoli per comunicare un traguardo chiaro, razionale e raggiungibile?
  • Rivela il tuo contesto. Parla di ciò che ha funzionato e di ciò che non ha funzionato. Quali sfide specifiche ti sei trovato ad affrontare e come le hai vinte?
  • Presenta la tua soluzione e il percorso. Racconta la tua storia riguardo a come il tuo design risolva un problema nel contesto degli obiettivi dell’utente.
  • Celebra i tuoi risultati. È importante che tu sia in grado di fare autocritica e di valutare il risultato del tuo lavoro. Condividi i risultati del progetto e il perché tu pensi che sia stato un successo o meno.
  • Rifletti su ciò che hai imparato. Il tuo portfolio non dovrebbe mostrare solo ciò che già conosci, ma anche la tua capacità di apprendere. Che cosa ha funzionato bene? Che cosa faresti in modo diverso? Come hai affrontato i tuoi fallimenti? 
  • Venditi. Il tuo portfolio è un’occasione per dipingere un bel quadro di te stesso. Un potenziale datore di lavoro sta cercando di ingaggiare te, non il tuo portfolio. Permettigli di connettersi con te rivelando le tue motivazioni e i tuoi valori.

 

Conclusioni

Per creare un portfolio UX online controlla la struttura in modo tale da enfatizzare il tuo lavoro — mantienilo pulito e facile da “navigare”.

Scoprirai che il processo di creazione del tuo portfolio UX ti costringerà a riflettere sulle decisioni che hai preso all’interno di ogni progetto e sul tuo contributo personale.

È un ottimo modo per coltivare la consapevolezza di sé, in veste di UX designer, e per riassumere delle lezioni importanti di cui potrai far tesoro per il tuo prossimo progetto.

Proprio perché non è per niente facile creare un portfolio online, abbiamo creato un corso per creare il tuo portfolio UX, dove sono presenti anche molti consigli su come affrontare i colloqui di lavoro.

Risorse Extra

Per avere tanti altri contenuti come questo, accedi al gruppo esclusivo, e gratuito, di User Experience Italia

Cosa ne pensi?