Come abbiamo già visto nel corso di UX Design, i test sono essenziali anche in UX Writing.

Infatti, è importante controllare il lavoro fatto per capire meglio l’efficacia dei contenuti dell’interfaccia utente.

È anche il motivo per cui le linee guida per voce, tono e stile sono sempre in fase di elaborazione e potrebbero cambiare in base ai clienti, al mercato, ai dati demografici, ai prodotti o ai servizi di un’azienda.

È una buona pratica quella di impostare una cadenza regolare per controllare i contenuti audio-visuali del tuo prodotto digitale:

  • Utilizzo: Le persone seguono le indicazioni di voce, tono e stile per tutti i contenuti?
  • Prestazioni: Stai ricevendo la risposta o l’effetto desiderato?
  • Rilevanza: È necessario aggiungere, eliminare o aggiornare qualcosa?

Trovare modi per ottenere il feedback dei clienti ti aiuterà a valutare le prestazioni e la pertinenza della comunicazione dei tuoi prodotti digitali.

UX Writing: quali test?

I tipi di test che puoi svolgere, che spieghiamo come si svolgono nel corso di ux writing, sono i seguenti:

  • sondaggi quantitativi;
  • test di usabilità;
  • test a tempo (come il test dei 5 secondi visto nel corso di user research);
  • test AB;
  • cloze test;
  • test dell’evidenziatore;
  • interviste e questionari di comprensione.

Se lavori con un team di UX design o con un user researcher, verifica con loro quali sono i metodi migliori per il tuo progetto.

ux writing test

Ecco una serie di possibili attività che possono aiutarti:

1. Controlla i tuoi contenuti

Controlla i tuoi contenuti rispetto alle tue linee guida UX writing.

Stai seguendo le linee guida su tutti i tuoi canali e piattaforme?

2. Sfrutta i dati analitici ed il machine learning

Se nella tua azienda vengono utilizzati software analitici o per l’apprendimento automatico (machine learning), allora cerca di trovare un modo per connetterti con loro per sfruttare la loro capacità di analizzare enormi quantità di dati, in particolare per quanto riguarda la lingua.

L’analisi delle query di ricerca, ad esempio, può fornire eccellenti spunti sui termini che i clienti preferiscono per cercare un prodotto.

3. Richiedi aiuto esterno

Esistono molti professionisti in UX writing, o agenzie specializzate, che possono eseguire un’analisi linguistica che misura la chiarezza ed il tono della comunicazione dei tuoi contenuti.

Forniscono metriche e indicazioni specifiche su come modificare i tuoi contenuti in modo che abbiano il tono più adatto al tuo tipo di pubblico.

4. Identificare i canali di ascolto

C’è un immenso valore nell’ascoltare i clienti, sia come fonte di ispirazione che come influenza sulla guida per la voce, tono e stile dei tuoi contenuti.

Cerca i canali digitali dove puoi osservare il modo in cui parlano i tuoi clienti ed il linguaggio specifico che usano quando comunicano con la tua azienda: gli agenti del tuo servizio di assistenza clienti, ad esempio, sono risorse immensamente preziose.

Raccogli tutti i messaggi che ricevono ed identifica le parole, i modelli di conversazione ed i toni di voce comunemente usati in diverse situazioni.

Esegui una catalogazione e analizzali per vedere quali temi emergono.

5. Organizzare focus group

Crea un focus group o intervista i clienti e chiedi loro di descrivere il tuo marchio usando parole singole o brevi frasi.

Questa prospettiva esterna può produrre risultati inaspettati.

6. Guarda le metriche delle prestazioni

Quali prodotti specifici stanno andando bene in termini di indicatori chiave di prestazione (KPI) e quali no?

Il contenuto o lo stile del prodotto ha qualcosa a che fare con i risultati?

7. Condividi le storie di successo

Le aziende tendono a sottovalutare il potere che hanno nelle loro mani con il loro tono di voce.

Raccontare storie con il linguaggio degli utenti, come ad esempio usando le recensioni o i casi di successo, riesce ad aumentare l’empatia dei tuoi utenti con il tuo prodotto.

Conclusioni

Creare il linguaggio che parla ai tuoi clienti attraverso l’interfaccia utente è una delle parti più interessanti del lavoro di un UX Writer.

È sicuramente una delle sfide creative più grandi che dovrai affrontare.

Può anche essere il più gratificante poiché l’esperienza del cliente è ormai un fattore chiave di differenziazione competitiva.

Definire la voce ed usare il tono giusto al momento giusto, può far distinguere la tua azienda e i tuoi prodotti dai concorrenti evitando errori comuni come:

  • Non avere una presenza online unica;
  • Sembrare troppo rigidi, aziendali o robotici;
  • Essere confusi con altri marchi o prodotti simili;
  • Non essere autentico;
  • Avere diversi mix di voce e tono tra prodotti e piattaforme.

Risorse Extra

Per avere tanti altri contenuti come questo: