L’architettura dell’informazione è il vero cuore di un progetto di Interaction Design.

Una parte centrale del vostro lavoro come UX designer, è determinare il layout, la struttura e la navigazione del sito/app – letteralmente creando il progetto del vostro prodotto.

Un’efficace IA dipende dall’interazione tra alcune categorie:

  • Ontologia: l’ontologia si occupa dello specifico significato del contenuto. Le etichette sono nomi semplici da comprendere e sono dati alle individuali categorie. Ad esempio – mele 🍎, banane 🍌 e pere 🍐, potrebbero ragionevolmente andare nella categoria chiamata “Alimentazione”.
  • Tassonomia: la tassonomia viene usata per mettere insieme elementi simili e classificare le informazioni. Per esempio, negli ecommerce, ci sono molte classificazioni sui prodotti. Questa classificazione può essere fatta in molti modi diversi: per importanza o frequenza o uso, per attività recenti, in ordine alfabetico, in ordine di prezzo, e così via.
  • Navigazione: la navigazione di un prodotto è una gerarchizzazione di categorie etichettate, facilmente accessibile, su cui un utente può cliccare ed esplorare per cercare il contenuto.
  • Ricerca: quando un sito web o un prodotto ha troppe informazioni, tanto che navigare per cercare i contenuti richiede troppo tempo, i designer aggiungeranno la funzione di Ricerca contenuti.
  • Coreografia: l’User Flow è il percorso attraverso un prodotto che l’utente può fare per completare un’azione.

Grazie per la lettura!! 😊

Risorse Extra

Per avere tanti altri contenuti come questo, accedi al gruppo esclusivo, e gratuito, di User Experience Italia